20 marzo 2008

Ben Hur

Nella foto: Ben Hur vittorioso,
di ritorno da una difficile missione
al Mercato domenicale della Réunion



Francesca l'ha preso. Finalmente. Dopo ormai due anni di vita parigina abbiamo deciso che non avremmo più sopportato i soprusi: adesso anche noi possediamo la principale arma di offesa urbana della Ville Lumière: il carrellino della spesa. Bello, arancione fiammante: l'abbiamo subito battezzato Ben Hur, e stiamo seriamente pensando di aggiungere le lame alle ruote, per attivare la simpatica opzione carro falcato. 

Chi non ha mai passato una domenica al mercato, a Parigi, non sa che cosa vuol dire essere calpestati dai carri stracolmi di verdura trainati da arcigne vecchiette con una foga che rasenta la follia; sull'autobus, poi, altro che Circo Massimo: i carrelli di ritorno dal supermercato possono agevolmente tranciarti un piede se hai la sfortuna di capitare a tiro... Ma da oggi provate ancora a passare sopra i nostri piedi! Tremate, arzilli pensionati: è arrivato Ben Hur...

PS: per adesso ci fermiamo qui: l'evoluzione successiva, il vero armamento pesante per la battaglia urbana è la poussette da combattimento.

6 commenti:

as ha detto...

Per la poussette chiedi a Ogami Itto, samurai ciccio e taciturno che nella serie dei "Baby Cart" se ne va a spasso per il Giappone spargendo ettolitri di sangue col katana e spingendo un bimbo dentro una carrozzella trafficata da cui escono lame di tutti i tipi, mitra e altre amenità. E comunque è inutile che ti nascondi dietro un dito, tanto l'hanno capito tutti che 'sto post te l'ha scritto la Rodotà.
Morituri te salutant.
P.S.: E comunque, why "Ben Hur"? Perché è Pasqua?

glamourama ha detto...

:))
Ben Hur servirebbe anche a me qui a Londra!

arcomanno ha detto...

@ as: e no, caro: per festeggiare la santa pasqua ti avrei messo su "La Tunica"!
Non conosco Ogami Itto, ma sembra molto simpatico...

@glamourama: non mi dire... anche a Londra! Ma dove andremo a finire...

alt ha detto...

È buffo che mi parli della "Tunica", perché fino a ieri avevo sempre creduto che fosse il primo film girato in Cinemascope, finché stanotte mi è apparso Magdi Allam in sogno e mi ha detto, nell'ordine:
1) Porca madonna, che ci faccio qui?
2) "La Tunica" è il secondo film girato in cinemascope, il primo era "Come sposare un milionario" ma "La tunica" è stato distribuito prima. Peccato, perché Victor Mature aveva delle gran tette, ma meno belle di quelle di Marilyn Monroe.
3) La prima che hai detto.

A questo punto mi sono svegliato ansante e madido di sudore, sono andato a fare la pipì e mi sono riaddormentato.

http://magditoday.blogspot.com/
http://magditoday.tumblr.com/

palmizia ha detto...

=)

Artemide_Diana ha detto...

Caddie ben saldo alla mano e sulle labbra un ostentato, sussurrato ma perentorio: "pardon!"

Fanny la bibliothécaire alias Artemide_Diana