27 settembre 2008

Foire aux vins: Château Plutonium 2008


Degustazione:
Si presenta tra il rosso rubidio e il giallo cesio.
Il palcoscenico olfattivo è assai vario, con note di cloro e lievi cenni di confettura di bromo. Nonostante che i protoni siano vari, non tutti appaiono franchi, ovvero pulitissimi. Al gusto si percepisce nettamente una bella confettura di polonio e radio e una piacevole dolcezza e morbidezza. La freschezza domina l’alcol e si accompagna ai neutrini puntuti ma dolci, aperti e rotondi, inizialmente setosi, per poi diventare più secchi e centrali nel finale. Il corpo metallico è assolutamente pesante, ma l'equilibrio è buono e lunghissima è la sua persistenza radioattiva in bocca.
Giudizio:
Vino sicuramente piacevole, ma dopo l'annata del 1986 è duro il confronto. Il vino sembra un po’ troppo maturo già adesso, figurarsi se si attende il decadimento. Il neutrino non è particolarmente aggraziato come le annate migliori.

2 commenti:

alt ha detto...

Secondo me hai bevuto.

arcomanno ha detto...

Infatti oggi mi sento un po' fosforescente...