28 marzo 2007

Teenage wasteland

Lo so che in Italia sta già finendo la terza serie, ma visto che l'avevamo mancata (tranne qualche episodio qua e là) ci stiamo rifacendo ora qui in Francia, dove trasmettono una replica della prima.
Una delle scene più belle, indubbiamente, è questa qui.



House fa quello che ho fatto un sacco di volte: fa finta di suonare tutti gli strumenti di un pezzo magistrale (in questo caso si tratta dell'ouverture di Baba O'Riley degli Who) mentre la musica spara a tutto volume nella stanza (ma anche nelle cuffie del walkman: se sei in giro, magari, per non dare troppo nell'occhio ti guardi intorno e ti limiti a dei piccoli tocchi di chitarra invisibile, alla testa che va su e giù, al piede che batte il tempo alternativamente sulla cassa-fantasma e sul charleston-ectoplasma...)

Perché, non avete mai messo la musica a palla e saltato con la vostra chitarra (basso, batteria, microfono) invisibile per 2 minuti e mezzo da soli nella stanza?
Veramente?
Nemmeno una sola volta?

6 commenti:

Anonimo ha detto...

"Perché, non avete mai messo la musica a palla e saltato con la vostra chitarra (basso, batteria, microfono) invisibile per 2 minuti e mezzo da soli nella stanza?
Veramente?
Nemmeno una sola volta?"

Sì, lo ammetto, più d'una volta,
io c'entro...

francesca ha detto...

Il coraggio di rimanere anonimi...

Fernando ha detto...

Chitarra "invisibile" un cavolo.
Io usavo la racchetta.
Era praticamente perfetto.
Qui a Milano non avendo la racchetta il termostato del riscaldamento è ESATTAMENTE (guarda caso) ad altezza microfono...

;-)

husker77 ha detto...

di' la verità: il termostato lo hai fatto montare apposta ad altezza microfono...

arcomanno ha detto...

Un grazie a Fernando per il suo primo commento su questo blog.

Per quanto riguarda il termostato, posso testimoniare che è veramente ad altezza microfono (per quanto, Fernando che canta nel termostato... mah!)

Chissà cosa ne dirà, un giorno, tua figlia...

Fernando ha detto...

Vabbè, non vale tirare in mezzo Francesca (quella piccola, non quella che ha scritto 2 post più in alto).

Un giorno gli potrai cantare"...Poi ti diranno che avevi un nonno generale (e duve??? falegname, semmai. E rimane anche la rima), e che tuo padre era al contrario un po' anormale..." citando Vecchioni.
E se non ci sarà più il termostato, potrai usare la maniglia del microonde come microfono...

"His madness... His madness keeps him sane."
"And do you think he is the only one, my sister?"

Neil Gaiman, "Three Septembers and a January"